AEROPORTO, TRAFFICO PASSEGGERI 2015 A UN SOFFIO DAI CINQUE MILIONI (+7,44%) CRESCITA PRESENZE INTERNAZIONALI: UN MILIONE DI TRANSITI (+20,4%) 

Palermo, 5 gennaio 2016 – E’ stato l’anno dei record per l’aeroporto di Palermo. Il 2015 si è chiuso con un incremento del 7, 44 per cento di passeggeri in transito, rispetto al 2014. Sfiorato il tetto dei cinque milioni di presenze (4, 9 milioni)
Prende quota il turismo: un milione sono stati i passeggeri internazionali (+20, 4%), grazie alla permanenza, anche in inverno, dei collegamenti che prima erano inseriti solo nella programmazione estiva.
Dall’inizio del 2015 l’aumento dei passeggeri è stato progressivo. Nel periodo estivo, in tre mesi, sono sbarcati a Palermo oltre un milione e mezzo di passeggeri. Crescita a doppia cifra anche nei mesi invernali. Fra le compagnie aeree Ryanair è quella che ha trasportato più passeggeri, oltre due milioni (+27, 98%), segue Alitalia con 1.313.039 (-7, 15%), EasyJet con oltre 389mila (-23, 12%), Volotea, che a dicembre ha festeggiato il milionesimo passeggero da Palermo, con 366.669 (+25, 69%) e Vueling con 335.083 (+50, 45%).
“Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti – afferma Fabio Giambrone, presidente della Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo – Siamo a un soffio dai cinque milioni di passeggeri e le proiezioni commerciali indicano che quest’anno ci sarà ancora una crescita. Già da questo mese introdurremo delle novità sui servizi dello scalo. Sono in corso i lavori per i varchi d’accesso aggiuntivi agli imbrachi, il fast track per l’imbarco prioritario – dice Giambrone – Nasceranno nuove sale commerciali, la cappella multireligione, una più accogliente sala Prm e una relax per le mamme che devono allattare”.
Nel 2016 non mancheranno le novità in fatto di nuovi voli.
“L’exploit del traffico internazionale evidenzia l’interesse dei turisti verso il nostro territorio, e in generale verso la Sicilia – dice Giuseppe Mistretta, amministratore delegato della Gesap – L’eccellente risultato raggiunto nel 2015 è frutto del buon lavoro di programmazione, della gestione attenta che richiede una particolare infrastruttura come l’aeroporto. Da quest’anno parte il nuovo piano quadriennale 2016/2019 degli investimenti, per il quale a breve presenteremo ad Enac il piano economico finanziario. Sarà l’anno inoltre in cui allestiremo nuovi spazi commerciali e ci saranno novità sui parcheggi, in particolare sulla sosta a lungo termine”.